Ultime notizie

Andrea Bertolini al suo 400simo collaudo

Quattrocento volte Ferrari

Data22 febbraio 2017

Modena (I) - Andrea in una uggiosa giornata di febbraio ha effettuato il suo collaudo numero 400 della carriera. Si trattava di una F2007, una vettura a suo modo simbolica perché quella con la quale Kimi Raikkonen è diventato campione del mondo. L’ultimo fino a questo momento. Queste le sue parole appena sceso dalla vettura: “Per me è un grande privilegio poter dire di avere collaudato 400 Ferrari di Formula 1, si tratta di un bel numero, che la dice lunga su quanto la mia vita professionale sia intrecciata con la vita della Ferrari. Ricordo bene tutte le persone che sono passate di qua, i piloti, i tecnici e anche le persone al vertice. Tra tutte la più carismatica secondo me è stata Michael Schumacher che mi ha insegnato tanto e mi ha permesso di crescere e migliorare. Però ho avuto un ottimo rapporto anche con Fernando Alonso con il quale sono ancora amico”.

La sua vita si può considerare “doppia”, divisa tra i collaudi e le corse, con il ruolo di pilota ufficiale Ferrari per le competizioni GT che negli ultimi anni lo ha visto fare da chioccia a diversi gentlemen driver. È stato il caso di Victor Shaytar e Aleksey Basov nel 2015 e dei piloti del team JMW Motorsport nel 2016. “Devo dire che ho ancora un po’ di amaro in bocca per come è sfumato il titolo della European Le Mans Series. Lo dico per me, perché un campionato in più in bacheca fa sempre piacere, ma soprattutto per i ragazzi di JMW Motorsport, Rory Butcher e Robert Smith, che si sarebbero meritati pienamente il titolo”.

Nel 2017 Andrea sarà ancora al volante della Ferrari nelle competizioni endurance: “Per il momento ho un programma confermato nel Blancpain e sono molto contento. Insieme a Niek Hommerson e a Louis Machiels riformeremo un trio a qualche anno di distanza dall’esperienza del 2012, 2013 e 2014 quando insieme riuscimmo a conquistare quattro vittorie su tre piste importantissime quali il Paul Ricard, Monza e soprattutto Spa-Francorchamps dove siamo riusciti a vincere le edizioni 2012 e 2014 della 24 Ore, la mia corsa preferita, con la 458 Italia di AF Corse”.

Andrea Bertolini all'Estoril

Finale amaro per Andrea

Data23 ottobre 2016

Modena (I) - L’edizione 2016 dell’European Le Mans Series sarà ricordata come quella dei rimpianti per il team JMW Motorsport. La 458 Italia GTE numero 66 del team britannico è stata infatti di gran lunga la miglior vettura in pista ma per una leggerezza e una enorme dose di sfortuna il titolo non è arrivato per la squadra e i suoi piloti: Rory Butcher, Robert Smith e Andrea Bertolini. L’errore il team lo ha commesso a Silverstone quando la vettura, dopo aver vinto la 4 Ore che inaugurava la stagione, è stata squalificata per aver montato uno spoiler anteriore non omologato per quella corsa.

La leggerezza della prima gara è stata colmata a suon di vittorie nelle tappe successive del campionato. Dopo il secondo posto di Imola, Bertolini, Butcher e Smith hanno dominato in Austria, alla 4 Ore di Le Castellet e alla 4 Ore di Spa-Francorchamps arrivando all’ultimo atto dell’Estoril con 20 punti di vantaggio sull’Aston Martin di Alex MacDowall, Andrew Howard e Darren Turner. Per vincere il titolo, anche in caso di vittoria dei rivali, era dunque sufficiente arrivare al traguardo.

Invece in gara è andato tutto storto. Prima dello scoccare della terza ora sulla vettura numero 66 ci sono stati dei problemi al cambio che l’hanno costretta al box per circa mezz’ora. Quando i problemi sono stati attenuati la vettura è rientrata in pista guidata da Smith, ma proprio nel primo giro fuori dai box la Ferrari è stata travolta da un prototipo fuori controllo e costretta al ritiro. La gara è andata a MacDowall, Howard e Turner che si sono aggiudicati il titolo. JMW Motorsport con il secondo posto si è comunque guadagnato il diritto di partecipare alla 24 Ore di Le Mans del 2017.

Fonte: Ferrari Media.

Andrea Bertolini all'Estoril

Andrea a caccia del titolo

Data22 ottobre 2016

Modena (I) - Manca un passo, ma è proprio in questi momenti che bisogna essere concentrati al massimo senza cadere in distrazioni. È con questo imperativo che il JMW Motorsport e i piloti Andrea Bertolini, Rory Butcher e Robert Smith si avvicinano all’ultima gara della stagione 2016 della European Le Mans Series in programma domenica all’Estoril.

La squadra britannica e i suoi piloti, che portano in pista una Ferrari 458 Italia GTE, hanno 20 punti di margine sugli unici inseguitori ancora in lizza per il titolo ovvero Alex MacDowall, Andrew Howard e Darren Turner con l’Aston Martin. È dunque necessario gestire il vantaggio e portare a casa anche pochi punti. La certezza del titolo, anche se l’Aston Martin dovesse vincere dopo aver ottenuto anche il punto della pole position, arriverebbe con un settimo posto, obiettivo decisamente alla portata del trio dell’auto numero 66.

Fonte: Ferrari Media.

Andrea Bertolini in Belgio

"Un'altra gara da grande squadra"

Data26 settembre 2016

Modena (I) - Un altro passo verso il titolo ELMS, ma non c'è alcun accenno a questo traguardo nelle parole che Andrea ci rilascia al termine della 4 Ore di Spa-Francorchamps, che lo ha visto ancora una volta sul gradino più alto del podio: "E' stata un'altra gara da grande squadra. Fin dalle prime prove libere abbiamo sempre lavorato sul set-up in ottica gara e per questo motivo abbiamo forse faticato un po' in qualifica. Non eravamo preoccupati però, proprio perchè tutto il lavoro del team era mirato alla prestazione durante le quattro ore. Ieri abbiamo vinto la corsa grazie alla strategia e alle intuizioni del nostro ingegnere Hughes. Noi a quel punto abbiamo amministrato il vantaggio evitando di commettere errori perchè il giro di vantaggio accumulato era più che rassicurante. Il mio turno di guida è stato per mezz'ora dietro alla safety car e per l'altra mezz'ora in contatto radio proprio con il mio ingegnere, dunque il mio stint è stato abbastanza noioso anche se è servito a consolidare il risultato. Guidare in una situazione come ieri, dove devi stare attento a tutte le vetture per evitare ogni minimo contatto, dove i limiti della pista diventavano davvero invalicabili visto che avevamo ricevuto due warning ed al terzo sarebbe scattato il drive through, non è stato semplice e richiede grande concentrazione. Per fortuna ci siamo riusciti ed abbiamo portato a casa il successo al termine di una gara incredibile".

Andrea Bertolini in Belgio

Andrea, il re di Spa-Francorchamps

Data25 settembre 2016

Modena (I) - La Ferrari 458 Italia GTE del team JMW Motorsport ha conquistato un altro grande trionfo sulla pista di Spa-Francorchamps compiendo un grande passo verso la conquista del titolo quando al termine del campionato manca solamente l’atto conclusivo dell’Estoril, in programma fra quattro settimane.

La gestione della corsa da parte di Andrea Bertolini, Rory Butcher e Robert Smith è stata semplicemente perfetta e quasi subito la Ferrari si è trovata in testa con un margine decisamente rassicurante. I colpi di scena degli ultimi minuti, compresa qualche goccia di pioggia che cadeva soprattutto nella zona del traguardo, non ha modificato le gerarchie in pista consentendo alla vettura numero 66 di vincere con facilità. Al secondo posto si è piazzata la Porsche di Roda-Cairoli-Reid mentre terza è giunta un’altra Ferrari, la 458 Italia GTE numero 55 di Matt Griffin, Duncan Cameron e Aaron Scott.

Bertolini, Butcher, Smith e JMW Motorsport tra i team comandano in classifica con 20 punti sul più vicino degli inseguitori, l’Aston Martin numero 99 di Howard-Turner-MacDowall, solo quinta a Spa-Francorchamps. Questo significa che all’Estoril la vettura inglese sarà costretta vincere per provare a soffiare il titolo all’equipaggio Ferrari.

(Fonte: Ferrari Media)

Andrea Bertolini in Francia

"Contento di essere tornato in testa"

Data29 agosto 2016

Modena (I) - E' un Andrea raggiante quello che festeggia il successo al termine di una combattuta 4 Ore del Paul Ricard, grazie al quale completa un lungo inseguimento alla leadership in campionato: "E' stato un altro weekend dove abbiamo lavorato bene, da squadra, ed il risultato ne ha dato conferma. Siamo tornati in testa al campionato, e dico tornati perché lo eravamo dopo aver tagliato il traguardo da vincitori la prima gara. E' stata una lunga rincorsa e chiaramente le due rimanenti prove di Spa e di Estoril, saranno importantissime; saremo gli osservati speciali perchè siamo l'equipaggio che sta facendo meglio in questo scorcio di stagione. Rory e Rob hanno guidato in maniera esemplare, come al solito. Dobbiamo continuare a lavorare, a farlo duramente anche a Spa e solo quando saremo all'Estoril potremo pensare a qualcosa in più. Fino a quel giorno proseguiamo facendo un passo alla volta anche se al termine di questo fine settimana posso dirmi contento di essere tornato in testa al campionato avendo disputato, alla fine, una gara in meno degli altri".

Andrea Bertolini sul podio in Francia

Andrea vittoria e leadership

Data28 agosto 2016

Modena (I) - L’obiettivo sorpasso è stato centrato. Il team JMW Motorsport, con Rory Butcher. Robert Smith e il pilota ufficiale Ferrari, Andrea Bertolini, ha vinto la gara del Paul Ricard della European le Mans Series e ha conquistato la vetta del campionato quando al termine mancano due corse.

Si parla di conquista della leadership, ma bisognerebbe dire riconquista dato che l’equipaggio della Ferrari numero 66 aveva vinto la prima gara di stagione a Silverstone ma era stata poi squalificata a causa di una leggerezza prevalentemente burocratica. La Ferrari numero 66 è stata protagonista di una gara tirata dall’inizio alla fine che ha visto brillare tutte le vetture del Cavallino Rampante.

(Fonte: Ferrari Media)

Andrea Bertolini in azione a Sochi

Andrea manda in delirio Sochi

Data31 luglio 2016

Modena (I) - Si è chiuso con una giornata all’insegna del pubblico il primo Ferrari Racing Days organizzato in terra di Russia. Oltre 20.000 le presenze di sabato e domenica, le due giornate clou della manifestazione. Nella giornata di domenica a fare la parte del leone è stata ancora una volta la Scuderia Ferrari che insieme ad Andrea Bertolini, storico tester delle vetture ufficiali così come di quelle clienti arrivato ormai alla soglia delle 400 vetture collaudate, ha infiammato il pubblico sugli spalti. Andrea è scattato dalla griglia di partenza in una spettacolare simulazione del via di un Gran Premio, poi si è esibito in burn-out e accelerazioni da brivido prima di fermarsi sul rettilineo principale per alcuni pit stop velocissimi da parte dei meccanici di Maranello. In conclusione, al termine di una mezzora carica di adrenalina, il pilota italiano si è esibito in una spettacolare serie di sgommate che ha fatto alzare in piedi il pubblico assiepato sul rettilineo principale.

(Fonte: Ferrari Media)

Andrea Bertolini durante i test

Andrea subito al volante

Data21 luglio 2016

Modena (I) - Neanche il tempo di godersi il suo primo trionfo stagionale nella ELMS che Andrea Bertolini si è nuovamente calato nell'abitacolo della Ferrari. Per il sassolese un programma intenso di quattro giorni, diviso tra i circuiti di Monza e del Paul Ricard.

Andrea Bertolini alla 4 Ore di Spielberg

"Zeltweg fondamentale per la rincorsa"

Data19 luglio 2016

Modena (I) - Una vittoria fondamentale per continuare ad alimentare le speranze di raggiungere uno degli obiettivi stagionali, quel titolo nell'ELMS che un avvio di stagione quantomeno complicato ha rischiato di compromettere. Caparbietà, determinazione e fiducia nel team e nella vettura però non sono mai venuti meno ed è per questo che il trionfo alla 4 Ore di Spielberg, in Austria, ha un sapore speciale.
"Zeltweg era una tappa importantissima per noi" - commenta Andrea - "perchè dopo la vittoria poi cancellata a Silverstone ed il secondo posto di Imola, dovevamo chiaramente vincere per continuare a lottare per il campionato. Lo abbiamo fatto, rendendoci protagonisti di una gara concreta, come le due precedenti ed abbiamo vinto, grazie anche ad un grande gioco di squadra. Il successo ci rimette in corsa per il campionato che, essendo molto breve, non concede possibilità di recupero ad uno zero in classifica. Se non avessimo vinto a Zeltweg, saremmo stati eliminati dalla lizza. Siamo in forma, lo abbiamo visto subito a Silverstone e sono convinto che avremmo fatto lo stesso ad Imola se la gara non fosse stata neutralizzata dalla safety car, pertanto rimaniamo concentrati ed ottimisti anche per le prossime gare".

Andrea Bertolini alla 4 Ore di Spielberg

Che vittoria a Zeltweg!

Data18 luglio 2016

Modena (I) - La Ferrari 458 Italia GTE numero 66 del team JMW Motorsport di Rory Butcher, Robert Smith e Andrea Bertolini ha capitanato un podio tutto Ferrari nella classe GTE sulla pista di Spielberg, teatro del terzo appuntamento stagionale del campionato European le Mans Series.

Contatto pericoloso. La gara ha preso il via sull’asciutto, anche se alcuni nuvoloni all’orizzonte non lasciavano presagire nulla di buono e hanno costretto tutti i team a tenere continuamente gli occhi sui radar per cercare di capire come reagire al meglio in caso di acquazzone. Il colpo d’occhio sulla pista era ottimo, con oltre 15.000 appassionati sugli spalti della pista austriaca per assistere alle quattro ore di gara. La battaglia nella classe GTE è stata serrata fin dai primi giri. Lo scatto della Ferrari del JMW Motorsport è stato ottimo, con Rory Butcher subito in grado di sopravanzare la Porsche numero 88 del team Proton Competition affidata a a Gianluca Roda. Pochi giri dopo era il turno di Alexander Talkanitsa Jr. di fare lo stesso, riuscendo così a portare la 458 Italia GTE numero 56 in seconda posizione. Verso la fine della prima ora di gara per la vettura leader della classifica c’è stato un attimo di terrore quando un’incomprensione al momento del doppiaggio ha portato la vettura numero 66 a contatto con la vettura leader della classe LMP2.

FCY. La prima Full Course Yellow, la condizione di bandiera gialla su tutta la pista, è arrivata al giro 73, quando la Ligier della Scuderia Villorba Corse è finita nella sabbia alla curva 5. In quello stesso momento Alexander Talkanitsa Sr. Ha subito la foratura della gomma posteriore destra perdendo così la seconda posizione. Approfittando della condizione di neutralizzazione anche la il team JMW Motorsport ha effettuato una sosta per rifornire e cambiare gomme e pilota. Al volante della vettura gialla è così ripartito Andrea Bertolini.

Un minuto di vantaggio. Con 90 minuti ancora di corsa davanti, i vari pit stop hanno rimescolato le carte e ad avvantaggiarsi, grazie anche a un Bertolini in gran forma, è stata proprio la Ferrari numero 66 che è arrivata ad avere un minuto di vantaggio sull’Aston Martin di Alex MacDowall che a sua volta veniva insidiata dalla Ferrari numero 51 di AF Corse guidata da Rui Aguas. Le due vetture hanno viaggiato fianco a fianco per mezzo giro e alla fine la 458 Italia GTE si è installata in seconda posizione. Per l’Aston Martin, tuttavia, il calvario non era ancora finita. Un Alessandro Pier Guidi scatenato, infatti, portava la vettura di AT Racing in terza posizione quando al termine mancavano soltanto una ventina di minuti facendo scendere dal podio la vettura inglese.

Giri finali. La 458 Italia del team JMW Motorsport di Robert Smith, Rory Butcher e Andrea Bertolini viveva serenamente i giri finali e andava a vincere la corsa con un giro di vantaggio sulla Ferrari numero 51 di Rui Aguas, Marco Cioci e Piergiuseppe Perazzini. Ad appena 1.2 secondi da loro si piazzava la Ferrari di AT Racing che andava a completare uno straordinario podio tutto Ferrari.

(Fonte: Ferrari)

Andrea Bertolini alla 24 Ore di Le Mans

Le Mans amara per Andrea

Data19 giugno 2016

Modena (I) - Le aspettative e le attese erano ben diverse da quelle del verdetto che la pista di Le Mans ha emesso. Un ritiro, mentre l'incolpevole Davide Rigon era alla guida, ha impedito ad Andrea di bissare il successo conquistato lo scorso anno.

Una gara, la classica francese, iniziata sotto un violento temporale che ha allagato il tracciato e costretto la direzione gara a una partenza dietro la Safety Car. La vettura di sicurezza è rimasta in pista per quasi tutta la prima ora, poi la gara è finalmente iniziata, con le due Ford del Team USA davanti e la Ferrari 488 numero 51 di AF Corse guidata da James Calado subito dietro. La 71, con Sam Bird, e la 82 del team Risi Competizione, con Giancarlo Fisichella, risalivano al quinto e al sesto posto grazie alla partenza dai box della Ford Team UK 67. Tutte le Ferrari mettevano in atto un triplo stint. La Ferrari numero 71 non riusciva ad esprimere un gran passo ma conservava intatte le speranze per la vittoria in quanto la classica francese non è mai avara di sorprese. Invece, per l'equipaggio di cui faceva parte il sassolese, le sorprese non erano propriamente piacevoli. Nella notte Davide Rigon per un problema ad un cerchio finiva nella sabbia alla curva 4 e poneva fine alla gara della 488 GTE.

Andrea Bertolini alla 24 Ore di Le Mans

Andrea al via a Le Mans!

Data18 maggio 2016

Modena (I) - Andrea Bertolini è il pilota scelto per affiancare, al volante della Ferrari 488 numero 71 del team AF Corse, Davide Rigon e Sam Bird per la 24 Ore di Le Mans, terza prova del World Endurance Championship (WEC) 2016. L’esperienza di Andrea Bertolini accompagnerà a Le Mans i leader a punteggio pieno del campionato, candidandosi ad un ruolo da protagonista. Bertolini è uno dei più forti piloti GT ed è reduce dalla vittoria del 2015 nella classe GTE-Am con la 458 Italia del team SMP Racing insieme ai russi Aleksey Basov e Viktor Shaytar.

Andrea, dopo aver disputato la 24 ore di Daytona, sta gareggiando nella European Le Mans Series con la 458 Italia GTE del team JMW Motorsport insieme a Robert Smith e Rory Butcher. L’equipaggio aveva vinto la gara di Silverstone prima di venire squalificata per un cavillo legato all’omologazione mentre è arrivato secondo a Imola dove, se non fosse stato per la pioggia, sarebbe anche potuta arrivare la vittoria.

Andrea Bertolini alla 4 Ore di Imola

Andrea secondo ad Imola!

Data16 maggio 2016

Modena (I) - In un fine settimana piu' inglese che romagnolo dal punto di vista meteo, Andrea Bertolini ed i suoi compagni del JMW Motorsport chiudono al secondo posto la 4 Ore di Imola. La gara, vinta dalla Porsche 911 di Henzler/Hedlund e Renauer, e' stata conclusa in regime di bandiere gialle a causa della pioggia che e' scesa in maniera intensa verso le ore 17 sulle rive del Santerno, causando diversi incidenti in pista che consigliavano la direzione gara a neutralizzare definitivamente la corsa prima con le doppie bandiere gialle, poi con la safety car per gli ultimi 27 minuti di gara.

Per Andrea sono i primi punti stagionali, dopo quelli conquistati a Silverstone ma cancellati al termine della competizione. Il pilota di Sassuolo, che divideva anche in questo caso il volante con Robert Smith e Rory Butcher, dopo una ottima qualifica che aveva garantito all'equipaggio di scattare dalla seconda posizione, trentunesima assoluta, rilevava la vettura in quarta posizione ed iniziava a rimontare compiendo sorpassi spettacolari e siglando il giro piu' veloce della corsa.

La gara del pilota di punta del JMW Motorsport ha vissuto il suo apice nel duello che lo ha visto confrontarsi con Alexander Talkanitsa, riuscendo a superare il bielorusso prima di cedere la 458 Italia a Rory Butcher, che guidava la vettura del Cavallino fino alla bandiera a scacchi.

Andrea Bertolini a Imola

"Possiamo ancora lottare per il titolo"

Data15 maggio 2016

Modena (I) - Muove la classifica, Andrea Bertolini, grazie al secondo posto conquistato ad Imola. Ecco un bilancio del fine settimana tracciato dal pilota di Sassuolo: "Sono contento di questo secondo posto perche' ci permette di raccogliere i primi punti in campionato. La macchina era perfetta e la squadra e' stata come al solito eccellente ed ha reagito molto bene alla delusione di Silverstone. La mia gara e' stata divertente. Sono salito in un momento in cui occupavamo la quarta posizione e con determinazione sono riuscito a risalire sino al secondo posto, grazie anche ad alcuni sorpassi decisi. A quel punto ero convinto che saremmo stati in grado di giocarci la vittoria ma purtroppo la pioggia ha impedito che cio' accadesse.

Nonostante tutto, ritengo il fine settimana imolese positivo perche' abbiamo dimostrato di poter lottare per il successo e sono convinto che saremo in grado di farlo in tutte le rimanenti gare. Lo zero di Silverstone pesa ovviamente molto in un campionato con sole sei gare in calendario ed avrei accolto piu' favorevolmente questo risultato se avessimo i 25 punti conquistati in terra britannica, ma rimango ottimista per quello che riguarda la lotta al titolo finale."

Andrea Bertolini a Silverstone

Ad Imola per il riscatto

Data29 aprile 2016

Modena (I) - Parola d'ordine: ripartire. Dopo la doccia fredda arrivata sei ore dopo aver tagliato vittoriosamente il traguardo alla 4 Ore di Silverstone, prova di apertura del campionato European Le Mans Series, Andrea Bertolini ed il team JMW Motorsport sono ansiosi di scendere nuovamente in pista per inseguire quella che già alla seconda gara rappresenta una vera e propria impresa, ossia vincere il titolo con cinque gare ancora da disputare.

Non sarebbe la prima volta che Andrea riesce a conquistare un titolo partendo da una situazione di deficit in classifica, ma l'eccezionalità del caso è data dallo scarso numero complessivo di gare ancora previste nel calendario. A tenere alto il morale degli uomini del JMW Motorsport ci sono le prestazioni che tanto la vettura quanto la squadra hanno proposto in terra inglese. La Ferrari 458 si è dimostrata ancora una volta competitiva contro le Aston Martin, mentre il team era stato autore di una chiamata brillante durante una fase particolare della corsa, quando mancavano pochi minuti alla bandiera a scacchi, che aveva permesso a Butcher di vincere sulla pista la gara.

Il secondo round della serie ELMS è in programma sul tracciato di Imola dal 13 al 15 maggio e rappresenta in un certo senso la gara di casa per Andrea che, sul circuito del Santerno, condusse molti test di sviluppo tanto di monoposto quanto di vetture GT.

Il nuovo sito � online

Online il nuovo sito!

Data28 aprile 2016

Modena (I) - In un mondo sempre più veloce, è utile trovare il tempo per fermarsi e, magari, conoscere meglio una persona che di velocità si intende. Parliamo, ovviamente, di Andrea Bertolini, il pilota più vincente nella categoria GT che mette a disposizione degli appassionati e degli addetti ai lavori un archivio unico di conoscenze ed immagini. Lo fa attraverso una versione completamente rinnovata del sito che permetterà a tutti di essere aggiornati sulle gare disputate dal pilota di Sassuolo, ovunque essi siano. Il nuovo sito, infatti, è stato riprogettato al fine di essere fruibile con la maggior parte dei device presenti sul mercato potendo contare sulle ultime tecnologie legate alla programmazione. La ricchezza e la profondità del portale si spiega con alcuni semplici numeri: oltre 61 vetture - tutte quelle guidate da Andrea - sono presentate attraverso dettagli, aneddoti e piccoli segreti che solo un pilota con oltre 350 collaudi di Ferrari da Formula 1 può custodire; il tutto arricchito da quasi 1000 immagini che permettono di ripercorrere tutti i momenti salienti di una carriera che ha pochi eguali e che punta ad arricchirsi di nuovi prestigiosi successi.

Andrea Bertolini a Silverstone

"Una doppia penalizzazione"

Data18 aprile 2016

Modena (I) - A distanza di alcune ore dalla notizia della squalifica della vettura con cui aveva vinto la 4 Ore di Silverstone, Andrea è ancora amareggiato per la decisione dei commissari, ma al tempo stesso, desideroso di lasciarsi alle spalle la delusione per guardare con fiducia al prossimo appuntamento dell'ELMS. "E' un peccato perchè concludere con una vittoria la prima gara di un campionato così corto poteva essere un ottimo modo per iniziare la stagione. Abbiamo dominato l'intera gara e tanto i miei compagni quanto la squadra hanno disputato una corsa perfetta. Sono dispiaciuto per la squalifica perché ritengo che ci potevano essere altri modi per sanzionare quella che è stata una dimenticanza di un particolare che, per la sua assenza, è risultato oltretutto penalizzante per noi in gara perché abbiamo sofferto un marcato sottosterzo. L'irregolarità riscontrata è quella che riguarda la mancanza di una scarpetta dello splitter anteriore che ha il compito di aumentare il carico aerodinamico, il che rende evidente il fatto che non ci fosse del dolo nel mancato impiego di quel dettaglio. Io non contesto la penalizzazione perché se nella fiche omologativa c'era quel particolare che poi non è stato ritrovato al termine della corsa è corretto che vengano presi dei provvedimenti. Tuttavia, proprio per la considerazione fatta poc'anzi, ossia dell'assenza di dolo, potevano essere prese delle decisioni diverse, come magari una penalizzazione in secondi che, comunque, ci avrebbe consentito di portare a casa dei punti. Il campionato ora risulta decisamente compromesso anche se da parte nostra continueremo a provarci fino all'ultimo metro. E' evidente che sarebbe una vera e propria impresa quella di vincere una serie di sei gare dopo averne "persa" una. Il rammarico c'è, anche per il ritardo con cui la decisione è stata presa, ossia sei ore dopo la bandiera a scacchi. Tuttavia, assieme al rammarico, c'è la voglia di lasciarsi alle spalle questo weekend ripartendo però dalla competitività che la squadra e la macchina hanno dimostrato in Inghilterra, già a partire dalla prossima gara ad Imola."

Andrea Bertolini a Silverstone

Silverstone dolce-amara

Data17 aprile 2016

Silverstone (UK) - La 4 Ore di Silverstone, gara inaugurale della stagione 2016 del campionato European Le Mans Series, è stata dolce-amara per Andrea. Dolce in pista, amara fuori. La corsa è stata condizionata dalle bizzarrie meteorologiche che hanno costretto i piloti ad affrontare il tracciato caratterizzato da un manto stradale che è andato via via asciugandosi dopo che la neve, scesa in mattinata, aveva abbondantemente bagnato la pista. In questo scenario alquanto confuso, verso la fine della competizione il team JMW Motorsport con Andrea Bertolini, Rory Butcher e Robert Smith era riuscito ad avere una intuizione perfetta sfruttando una condizione di Full Course Yellow per effettuare la sosta ai box e proiettare al comando Butcher che era bravo a gestire la vettura fino alla bandiera a scacchi. La gioia per un esordio straordinario veniva però soffocata dalla decisione della giuria che, dopo una verifica della vettura, riteneva non conforme al regolamento lo splitter anteriore e decideva di conseguenza la squalifica. Il prossimo appuntamento di campionato sarà ad Imola dal 13 al 15 maggio.

Andrea durante i test prestagionali al Paul Ricard su Ferrari 488 GTE

Andrea: "Darò il mio 110%"

Data15 aprile 2016

Modena (I) - Idee ed obiettivo chiaro per Andrea Bertolini alla vigilia del primo appuntamento dell'ELMS. Tra una valigia e l'altra, ecco le sue parole: "Partiamo il prossimo weekend da Silverstone per la nuova sfida che quest'anno mi vedrà a caccia del titolo ELMS con il team JMW. E' una squadra che conosco molto bene per aver già disputato con loro una gara in Ungheria, nel 2013, dove salii per due volte sul podio dopo aver conquistato anche la pole position. Ricordo benissimo l'atmosfera nel team, era come essere all'interno di una grande famiglia di persone con una passione smisurata per le corse e grande competenza. Quella che ci attende è una sfida importante e richiederà grande concentrazione perchè il livello è molto alto, come sempre del resto. Darò il mio 110% per cercare di portare a casa il titolo assieme a Rory e Rob, soprattutto perchè Jim e Valerie, così come tutto il team, lo merita!".

Andrea durante i test prestagionali al Paul Ricard su Ferrari 488 GTE

Andrea al via a Silverstone con JMW

Data14 aprile 2016

Modena (I) - Un duplice ritorno in Inghilterra quello che vedrà Andrea protagonista questo fine settimana. Il primo, è quello che lo riporta al volante della Ferrari 458 Italia schierata dal team britannico JMW dopo i podii conquistati nel 2013, mentre il secondo è quello che lo vedrà affrontare il tracciato di Silverstone che ospiterà il primo appuntamento del campionato ELMS. Dopo il positivo risultato del test prestagionale che lo ha visto siglare il terzo tempo, Andrea scenderà in pista con la sua nuova squadra ed i suoi nuovi compagni Rory Butcher e Robert Smith.

Andrea alla 12 Ore di Sebring su Ferrari 488 GTE

Sebring sfortunata per Andrea

Data20 marzo 2016

Sebring (USA) - Un settimo posto finale ricco di rimpianti quello conquistato da Andrea Bertolini, Daniel Serra ed Alessandro Pier Guidi al termine della 12 Ore di Sebring. Iscritta alla classe GT-LeMans, la 488 GTE schierata da Scuderia Corsa è stata protagonista di una corsa ad handicap dopo aver perso cinque giri a causa di un problema elettrico presentatosi proprio con Bertolini al volante. Dopo aver ripristinato la vettura, il terzetto ha dato vita ad una rimonta importante basata su un ritmo di gara velocissimo che ha permesso al modenese ed ai compagni di recuperare tre dei cinque giri persi per la riparazione, risultando al termine della gara la Ferrari più veloce in pista. Senza quell'inconveniente, l'equipaggio del team statunitense avrebbe potuto giocarsi le proprie chance di vittoria, in una 12 Ore caratterizzata dal maltempo che ha costretto gli organizzatori ad interrompere per più di tre ore la gara a causa delle pessime condizioni atmosferiche.

Andrea Bertolini

Andrea premiato dall'ACI Club Modena

Data19 marzo 2016

Modena - Per festeggiare i 90 anni dalla sua fondazione, l'ACI Club Modena ha voluto celebrare i piloti che si sono distinti nel corso della stagione 2015. Sebbene assente in quanto impegnato nella 12 Ore di Sebring, Andrea ha ricevuto un premio ed una menzione speciale, il memorial "Ing. Angelo Orlandi", per celebrare ulteriormente il titolo conquistato nel 2015.

Allenamento

Allenamento da campione per Andrea

Data4 marzo 2016

Montecarlo - Primo Ferrari Training Lab del 2016 per i piloti ufficiali GT del Cavallino Rampante, tra cui Andrea Bertolini, che si sono allenati a Montecarlo in compagnia del campione olimpico Carlo Molfetta, oro nel taekwondo a Londra 2012. Dopo le visite di rito con lo staff di MedEx (Medical Partner Scuderia Ferrari), presso l'Istituto Di Medicina dello Sport di Montecarlo, sono seguiti quattro giorni di training intensivo per presso le strutture della Société des Bains de Mer in cui i piloti hanno potuto lavorare su diversi fronti, concedendosi anche lunghe uscite in bicicletta. Le attività di valutazione e training sono state coordinate dai medici Fred Fernando e Alessandro Biffi che hanno messo a punto il programma di allenamento.

Ferrari 488 GTE

Debutto convincente ma sfortunato a Daytona

Data31 Gennaio 2016

Debutto tanto convincente quanto sfortunato per la 488 GTE del team SMP Racing sul circuito di Daytona, con un equipaggio composto tra gli altri da Andrea Bertolini.

Dopo una sessione di qualificazione non brillante, la vettura numero 72 era stata in grado di risalire posizione su posizione fino ad occupare a più riprese anche la prima, non solo con Giammaria Bruni ma anche con James Calado, Viktor Shaytar e Andrea Bertolini al volante. Sfortunatamente, la 488 GTE non è riuscita a tagliare il traguardo e a cogliere un podio che sembrava assicurato a causa dalla rottura di una turbina.

Ferrari 488 GTE

La stagione riparte da Daytona

Data27 Gennaio 2016

Ricomincia dalla celebre 24 Ore di Daytona la stagione 2016 di Andrea Bertolini, ancora con i colori del team russo SMP Racing ma con una nuova compagna: la Ferrari 488 GTE, iscritta nella classe GT-Le Mans (GTLM).

La squadra, al debutto nella gara endurance americana per eccellenza, è stata la dominatrice della stagione 2015 nella classe GTE-Am del World Endurance Championship (WEC) avendo conquistato sia la 24 Ore di Le Mans che il titolo mondiale team e piloti con Andrea Bertolini, Viktor Shaytar e Aleksey Basov. Due dei piloti campioni del WEC saranno presenti a Daytona, ma al loro fianco ci saranno altri due assi del WEC, Gianmaria "Gimmi" Bruni e James Calado. Per Bertolini è la quarta visita a Daytona, con il miglior risultato che è stato un quinto posto nel 2012 sulla 458 Italia del team Risi Competizione insieme a Olivier Beretta e a Toni Vilander. Per Shaytar si tratta invece dell'esordio assoluto.

  • Andrea Bertolini a Fiorano

    400 volte Ferrari

    Collaudo storico per Andrea

  • Andrea Bertolini all'Estoril

    Finale amaro per Andrea

    Non riesce l’impresa per il titolo

  • Andrea Bertolini all'Estoril

    Andrea a caccia del titolo

    All’Estoril con 20 punti di margine

  • Andrea Bertolini a Spa-Francorchamps

    "Un'altra gara da grande squadra"

    Strategia e piloti perfetti

  • Andrea Bertolini sul podio a Spa-Francorchamps

    Andrea, il re di Spa-Francorchamps

    Trionfo alla 4 Ore in Belgio

  • Andrea Bertolini al Paul Ricard

    "Contento di essere tornato in testa"

    Completata una lunga rincorsa

  • Andrea Bertolini sul podio al Paul Ricard

    Andrea vittoria e leadership

    Trionfo alla 4 Ore del Paul Ricard

  • Andrea Bertolini in azione a Sochi

    Andrea manda in delirio Sochi

    In 20.000 per l'esibizione Ferrari

  • Andrea Bertolini durante i test

    Andrea subito al volante

    Quattro giorni di test

  • Andrea Bertolini alla 4 Ore di Spielberg

    "Zeltweg fondamentale per la rincorsa"

    Le dichiarazioni dopo il successo alla 4 Ore

  • Andrea Bertolini alla 4 Ore di Spielberg

    Che vittoria a Zeltweg!

    Trionfo nell'ELMS in Austria

  • Andrea Bertolini alla 24 Ore di Le Mans

    Le Mans amara per Andrea

    Un ritiro nella classica francese

  • Andrea Bertolini alla 24 Ore di Le Mans

    Andrea al via a Le Mans

    Con AF Corse a caccia del bis

  • Andrea Bertolini alla 4 Ore di Imola

    Andrea secondo ad Imola

    Il sassolese muove la classifica

  • Andrea Bertolini a Imola

    "Possiamo ancora lottare per il titolo"

    Le dichiarazioni dopo Imola

  • Il nuovo sito � online

    Ad Imola per il riscatto

    Secondo round dell'ELMS

  • Il nuovo sito � online

    Online il nuovo sito!

    Un database ricchissimo

  • Andrea Bertolini a Silverstone

    "Una doppia penalizzazione"

    Le dichiarazioni dopo Silverstone

  • Andrea Bertolini a Silverstone

    Silverstone dolce-amara

    Vittoria e squalifica in Inghilterra

  • Andrea durante i test prestagionali al Paul Ricard su Ferrari 458

    Andrea: "Darò il mio 110%"

    Nel team JMW grande passione

  • Andrea durante i test prestagionali al Paul Ricard su Ferrari 458

    Andrea a Silverstone con JMW

    Obiettivo vincere l'ELMS

  • Andrea alla 12 Ore di Sebring su Ferrari 488 GTE

    Sebring sfortunata per Andrea

    Non basta una rimonta furiosa

  • Andrea Bertolini

    Andrea premiato dall'ACI Club Modena

    Premio e menzione speciale

  • Allenamento

    Allenamento olimpico per Andrea

    4 giorni assieme al campione Molfetta

  • Ferrari 488 GTE

    Velocità e sfortuna a Daytona

    Ottime performance, ma un ritiro per Andrea

  • Ferrari 488 GTE

    La stagione riparte da Daytona

    Andrea al volante della nuova 488 GTE

Social