4 Ore di Spa-Francorchamps: Andrea è sempre il re!

Una gara perfetta, un successo mai in discussione, un altro tassello verso il titolo ELMS ad una sola gara dalla fine. Soprattutto, una conferma: sul circuito delle Ardenne Andrea è sempre il pilota da battere. Il suo feeling con il difficile tracciato di Spa-Francorchamps continua e, con il successo della 4 Ore, penultimo appuntamento dell'ELMS, rafforza la leadership nella serie.

LEGGI

Il palmares

Un talento premiato da titoli in diverse categorie

Le Mans 24 Hours

Le Mans 24 Hours

2015

World Endurance Championship

World Endurance Championship

2015

European Le Mans Series

European Le Mans Series

2014

Asian Le Mans Series

Asian Le Mans Series

2013

Superstars International

Superstars International

2011

FIA GT1 World Championship

FIA GT1 World Championship

2010

FIA GT Championship

FIA GT Championship

2009

FIA GT Championship

FIA GT Championship

2008

FIA GT Championship

FIA GT Championship

2006

Ultime notizie

Andrea Bertolini in Belgio

"Un'altra gara da grande squadra"

Data26 settembre 2016

Modena (I) - Un altro passo verso il titolo ELMS, ma non c'è alcun accenno a questo traguardo nelle parole che Andrea ci rilascia al termine della 4 Ore di Spa-Francorchamps, che lo ha visto ancora una volta sul gradino più alto del podio: "E' stata un'altra gara da grande squadra. Fin dalle prime prove libere abbiamo sempre lavorato sul set-up in ottica gara e per questo motivo abbiamo forse faticato un po' in qualifica. Non eravamo preoccupati però, proprio perchè tutto il lavoro del team era mirato alla prestazione durante le quattro ore. Ieri abbiamo vinto la corsa grazie alla strategia e alle intuizioni del nostro ingegnere Hughes. Noi a quel punto abbiamo amministrato il vantaggio evitando di commettere errori perchè il giro di vantaggio accumulato era più che rassicurante. Il mio turno di guida è stato per mezz'ora dietro alla safety car e per l'altra mezz'ora in contatto radio proprio con il mio ingegnere, dunque il mio stint è stato abbastanza noioso anche se è servito a consolidare il risultato. Guidare in una situazione come ieri, dove devi stare attento a tutte le vetture per evitare ogni minimo contatto, dove i limiti della pista diventavano davvero invalicabili visto che avevamo ricevuto due warning ed al terzo sarebbe scattato il drive through, non è stato semplice e richiede grande concentrazione. Per fortuna ci siamo riusciti ed abbiamo portato a casa il successo al termine di una gara incredibile".

Andrea Bertolini in Belgio

Andrea, il re di Spa-Francorchamps

Data25 settembre 2016

Modena (I) - La Ferrari 458 Italia GTE del team JMW Motorsport ha conquistato un altro grande trionfo sulla pista di Spa-Francorchamps compiendo un grande passo verso la conquista del titolo quando al termine del campionato manca solamente l’atto conclusivo dell’Estoril, in programma fra quattro settimane.

La gestione della corsa da parte di Andrea Bertolini, Rory Butcher e Robert Smith è stata semplicemente perfetta e quasi subito la Ferrari si è trovata in testa con un margine decisamente rassicurante. I colpi di scena degli ultimi minuti, compresa qualche goccia di pioggia che cadeva soprattutto nella zona del traguardo, non ha modificato le gerarchie in pista consentendo alla vettura numero 66 di vincere con facilità. Al secondo posto si è piazzata la Porsche di Roda-Cairoli-Reid mentre terza è giunta un’altra Ferrari, la 458 Italia GTE numero 55 di Matt Griffin, Duncan Cameron e Aaron Scott.

Bertolini, Butcher, Smith e JMW Motorsport tra i team comandano in classifica con 20 punti sul più vicino degli inseguitori, l’Aston Martin numero 99 di Howard-Turner-MacDowall, solo quinta a Spa-Francorchamps. Questo significa che all’Estoril la vettura inglese sarà costretta vincere per provare a soffiare il titolo all’equipaggio Ferrari.

(Fonte: Ferrari Media)

Andrea Bertolini in Francia

"Contento di essere tornato in testa"

Data29 agosto 2016

Modena (I) - E' un Andrea raggiante quello che festeggia il successo al termine di una combattuta 4 Ore del Paul Ricard, grazie al quale completa un lungo inseguimento alla leadership in campionato: "E' stato un altro weekend dove abbiamo lavorato bene, da squadra, ed il risultato ne ha dato conferma. Siamo tornati in testa al campionato, e dico tornati perché lo eravamo dopo aver tagliato il traguardo da vincitori la prima gara. E' stata una lunga rincorsa e chiaramente le due rimanenti prove di Spa e di Estoril, saranno importantissime; saremo gli osservati speciali perchè siamo l'equipaggio che sta facendo meglio in questo scorcio di stagione. Rory e Rob hanno guidato in maniera esemplare, come al solito. Dobbiamo continuare a lavorare, a farlo duramente anche a Spa e solo quando saremo all'Estoril potremo pensare a qualcosa in più. Fino a quel giorno proseguiamo facendo un passo alla volta anche se al termine di questo fine settimana posso dirmi contento di essere tornato in testa al campionato avendo disputato, alla fine, una gara in meno degli altri".

  • Andrea Bertolini a Spa-Francorchamps

    "Un'altra gara da grande squadra"

    Strategia e piloti perfetti

  • Andrea Bertolini sul podio a Spa-Francorchamps

    Andrea, il re di Spa-Francorchamps

    Trionfo alla 4 Ore in Belgio

  • Andrea Bertolini al Paul Ricard

    "Contento di essere tornato in testa"

    Completata una lunga rincorsa



NEWS

Scatti in corsa

Nel corso della sua carriera, Andrea ha corso sui circuiti di tutto il mondo, al volante di svariate tipologie di vetture. Nella gallery potrete rivivere attraverso gli scatti più spettacolari le sue imprese in pista.

Ferrari F1

F1 2001, Laguna Seca

Scuderia Ferrari

Nelle vesti di collaudatore ufficiale della Scuderia di Maranello e del reparto Corse Clienti, Andrea ha guidato quasi tutte le monoposto del Cavallino Rampante

Maserati MC12

MC12, Adria

Campionati GT

Al volante di Porsche, Ferrari e Maserati, Andrea è stato uno dei migliori interpreti della guida delle vetture a ruote coperte

A1 GP

A1 GP, Imola

Altre serie

Dallo sviluppo della A1 GP alle gare alla guida della 500 Abarth, Andrea è sempre al via delle gare più importanti



GALLERY

Questa è la storia di uno di noi, anche lui nato per caso nella sconfinata Via Gluck dei motori. Ma questa è anche una storia che varca le barriere della favola...

LEGGI

Il pilota più vincente della categoria GT

Pochi piloti sono risultati "dominanti" come Andrea nella categoria GT, dove è riuscito a raccogliere otto titoli internazionali. Per raggiungere questi traguardi, Andrea ha sconfitto avversari di livello, affrontato circuiti selettivi, portato a termine gare massacranti e duelli epici, spesso conclusi sul gradino più alto del podio.

Statistiche da corsa (al 31.12.2015)

  • Stagioni: 14

  • Campionati vinti: 8

  • Vittorie: 40

  • Pole position: 22

La storia

Nasce a Sassuolo (Modena), il primo dicembre 1973. Consegue il diploma di perito meccanico all'Istituto Tecnico 'Ferrari' di Maranello. Debutta all'età di 11 anni, nella categoria 'minikart', piazzandosi subito al secondo posto nel campionato italiano...

BIOGRAFIA

"Poi ho tagliato il traguardo per primo in Cina. Nel 2006 sempre con la Maserati mi sono laureato campione del mondo. Campione del mondo! Fa un bell'effetto, questa etichetta."

RISULTATI

Le vetture

Se avete sempre sognato conoscere cosa si prova quando ci si cala nell'abitacolo della monoposto di Gilles Villeneuve o di quella con cui Michael Schumacher riportò a Maranello il titolo di campione del mondo piloti, c'è solo una persona che può raccontarvelo: Andrea Bertolini.

"La cura di ogni piccolo particolare è maniacale nella F399 e questo emerge in maniera assoluta già dal posto di guida, dove si può percepire come lo stesso Schumacher abbia fornito indicazioni precise ai progettisti per la disposizione dei comandi al volante."

Ferrari F399 Ferrari F399

"Rimasi subito colpito dall'assenza di pulsanti sul volante e dal fatto che dovetti attivare le pompe della benzina per fare la messa in moto prima di agire su una semplice leva che prevedeva due posizioni: On e Off. Quella era la F1 degli anni 70: semplicità prima di tutto."

Ferrari 312 B3-74 Ferrari 312 B3-74

"Ancora oggi è un progetto attualissimo. Questo vuol dire che, quando venne messa in pista, questa vettura era almeno 15 anni avanti rispetto alla concorrenza. La F50 GT1 pesava 950 Kg, il che la rendeva assolutamente unica."

Ferrari F50 GT1 Ferrari F50 GT1

"I piloti di quella volta erano veramente cavalieri del rischio, basti pensare al fatto che correvano con i serbatoi di benzina dietro la schiena o ai due lati, senza cinture, costretti in posizioni di guida tutt'altro che ergonomiche... "

VETTURE

Social